Premio colore 2017 a Walter Gerbino

Il premio colore 2017 viene assegnato a Walter Gerbino per la sua attività di ricerca, didattica ed editoriale nell’area della percezione visiva.

Nato a Trieste città dove risiede e dove ha svolto gran parte della sua carriera accademica. In oltre tre decenni di attività quale professore ordinario ha tenuto corsi di psicologia generale, psicofisica, scienza della visione ed ergonomia cognitiva. I suoi contributi di ricerca spaziano dalle illusioni visive e multisensoriali alla penetrabilità cognitiva della percezione, con particolare attenzione al complesso intreccio tra vedere e “vedere come” che caratterizza la zona di confine tra percezione e riconoscimento.

Nel 1983 pubblica con il Mulino il volume 'La Percezione', in cui tratta in modo sistematico i fenomeni di organizzazione relativi a due macro-ambiti (“colore e illuminazione” e “spazio e movimento”), contrapponendo la teoria della Gestalt all’emergente approccio ecologico alla percezione. L’interesse per l’organizzazione percettiva costituisce il filo conduttore della sua attività di ricerca, di base e applicata all’ergonomia. Lo testimoniano due capitoli del recente Oxford Handbook on Perceptual Organization, pubblicato nel 2015 e alla cui realizzazione ha contribuito anche come componente del comitato scientifico, quello sulla trasparenza acromatica, di cui è unico autore, e quello sui completamenti percettivi, scritto in collaborazione con Rob van Lier. I suoi contributi sperimentali direttamente riferiti al dominio del colore riguardano i modelli della trasparenza fenomenica, le proprietà del colore di superficie riconducibili al completamento amodale e il ruolo della composizione spettrale nell’orientamento dell'attenzione visiva.